349 3639931 info@sicanisolidaleshop.com
Linguine Di Russulidda

Linguine di Russulidda : lasciatevi sorprendere dal sapore della pasta

  • News

 

Il grano duro Russello è una varietà antichissima di grano coltivato un tempo in tutta la Sicilia, ora diffuso limitatamente in alcune aree circoscritte dell’isola. Il suo nome deriva dal colore rosso vivace del chicco e della spiga. Si distingue per l’altezza della spiga superiore agli altri grani, circa 180 cm,e per un elevato contenuto proteico.

Il grano russello trova impiego nella produzione di pane e pasta trafilata al bronzo,

la trafilatura al bronzo gli conferisce una particolare porosità, un’eccezionale tenuta alla cottura ed un gusto unico al palato.

 

Ricetta Linguine alle acciughe e pinoli

Si tratta di un primo saporito e veloce da realizzare; il condimento si può infatti preparare in poche e semplici mosse durante la cottura della pasta: le linguine, una volta scolate, sono subito pronte ad accogliere il sapore tipicamente mediterraneo del sugo.

 

Ingredienti per 4 porzioni:

 

400 g di linguine

70 g di pinoli leggermente tostati

12 filetti di acciughe sott’olio oppure 6 filetti di acciughe sottosale

100 g di capperi sottosale

3 cucchiai di olio

2-3 spicchi d’aglio

200 g di olive taggiasche denocciolate

prezzemolo abbondante

sale e pepe macinato al momento

 

Preparate la salsa: dissalate velocemente i capperi sotto l’acqua corrente e poi lasciateli per 1 ora immersi in acqua fredda, quindi sgocciolateli e asciugateli. Sciacquate sotto l’acqua corrente le alici e lasciatele asciugare su carta da cucina.

In un tegamino scaldate i tre cucchiai d’olio, fatevi dorare gli spicchi d’aglio e poi eliminateli, aggiungete le olive e i capperi, unite le acciughe e lasciatele sciogliere pestandole con l’aiuto di un cucchiaio di legno. Ritirate il recipiente dal fuoco e tenete da parte.

Lessate le linguine al dente in abbondante acqua salata a bollore, scolatele, trasferitele sul piatto da portata e conditele con la salsa riscaldata al momento, cospargetele con i pinoli, il prezzemolo tritato finemente e il pepe.

Servite a tavola.

 

 

 

Dott.ssa Marilena Caldarella

Biologo Nutrizionista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *